Alghe · Benefici · Ingredienti

LISTA DELLE ALGHE PIU’ COMUNE COMMESTIBILI!

 


LE ALGHE

Le alghe si possono anche definire “verdure di mare” sono le antenate delle attuali piante terrestri.

-Primi esseri viventi in grado di trasformare l’energia del sole nelle sostanze necessarie al funzionamento delle cellule, tramite il processo di fotosintesi, hanno messo a profitto tale innovazione, visto che oggi le coste dei mari di tutto il globo vantano non meno di diecimila specie di alghe diverse!

-Per giunta, la fotosintesi ha consentito di aumentare enormemente il quantitativo d’ossigeno sul pianeta, svolgendo così un ruolo di primo piano nella comparsa della vita sulle terre emerse.

-Le alghe rappresentano il prototipo dell’alimento ideale per la salute; vengono utilizzate nell’alimentazione sopratutto per le loro qualità rimineralizzanti. Ve ne sono di vari tipi e ognuna ha delle sue specifiche proprietà

I VARI TIPI DI ALGHE

  • KOMBU
  • NORI
  • WAKAME
  • DULSE
  • HIZIKI
  • AGAR-AGAR -KANTEN

CONSERVAZIONE E COTTURA:

Le alghe sono essiccate quindi possono essere conservate a lungo. Per conservarle bene è consigliabile dopo aver aperto il pacchetto metterle in un barattolo chiuso. Se per caso si inumidiscono si possono far seccare brevemente in forno a bassa temperatura.

Alcune alghe sono abbastanza tenere e si possono mangiare crude, dopo averle tenute un poco a bagno, altre richiedono una breve cottura (a vapore o scottate), mentre altre hanno bisogno di essere cotte più a lungo e si possono saltare o bollire. Una cottura leggera è più adatta per i piatti primaverili ed estivi, poiché crea un’energia dispersiva. Una cottura prolungata crea al contrario un’energia maggiormente concentrata, più adatta ai piatti d’autunno e d’inverno. E’ meglio consumare le alghe in piccole quantità ma regolarmente.

-Kombu: Appartiene alle alghe brune, con foglie lunghe da uno a tre metri e quando è essiccata si presenta in strisce nere e spesse. E’ ricca di acido algimico, non digeribile ma ottimo depurativo per l’intestino e di acido glutammico, lo stesso componente dei dadi da brodo: per questo una striscia di kombu fatta cuocere brevemente nell’acqua è un ottima base per brodi e zuppe. Inoltre ha la proprietà di ammorbidire ingredienti come legumi o cereali o castagne con cui viene cotta, per cui ne aggiungiamo sempre un pezzetto in cottura. E’ bene metterla a bagno 5/10 minuti prima di cucinarla. Normalmente non si mangia perché è troppo ricca di sodio (fino al 2,5%). Dopo che l’abbiamo usata nella cottura dei legumi la togliamo, poiché avrà passato le sue proprietà al cibo con cui è stata cotta.

Il suo effetto terapeutico si ha sul sangue, sulle malattie polmonari e vascolari, è un forte detossinante, viene usata in molti rimedi.

Cucinate insieme ai legumi, ne riducono il tempo di cottura e li rendono più digeribili. Sono anche deliziose per preparare brodi vegetali.

Ricetta: Azuki, zucca e kombu

-Nori: E’ un’alga che cresce sulla superficie del mare. Dopo la raccolta viene tritata e ridotta in una poltiglia che viene versata su stuoie di bambù e fatta seccare al sole o in forno. I sottili fogli di nori così ottenuti vengono poi staccati dalle stuoie, ripiegati e impacchettati. E’ bene conservarla lontano dall’umidità. E’ ricca di proteine (a seconda del raccolto può arrivare anche al 35%) di vitamina A, B2 e visto che cresce in superficie anche di clorofilla. 

Si abbina bene con cibi grassi, perché ne favorisce la digestione, aiutando anche a contrastare il colesterolo. In commercio ne esistono di due tipi, quelle normali e quelle già tostate che sono sicuramente più comode, se non si trovano quelle tostate, questa è la procedura per tostarle: si tiene con due mani il foglio di nori e lo si muove a circa 10 cm sopra il fornello acceso, con la parte più lucida rivolta verso l’alto, finché avrà cambiato colore, da bruno a verde scuro.

Sono le alghe più leggere, come le wakame sono adatte ad un uso quotidiano, aiutano a migliorare la funzionalità dei reni e degli organi sessuali.

Passare velocemente sulla fiamma, in modo che si tostino leggermente, poi tagliare a strisce o sbriciolare: usare come condimento su tutti in piatti di cereali o verdure.
Oppure usare per preparare involtini di cereali o verdure (sushi)

Ricetta: Nori Maki (sushi)

-Wakame: E’ ricca di calcio e contiene grandi quantità di vitamina B e C. Come la Kombu ha la proprietà di ammorbidire le fibre di altri alimenti con cui viene cotta.
Sono apprezzate le sue proprietà disintossicanti (anche da scorie radioattive e metalli pesanti).
E’ ricca di magnesio e ferro e viene usata nelle diete per ipertesi e cardiopatici, è considerata l’alga più utile per pelle, capelli e unghie.

Cuocerle insieme a verdure per preparare zuppe, dopo averle lasciate in ammollo 10 minuti. Sono anche eccellenti crude, tagliate a pezzettini ed aggiunte ad insalate.

– Dulse: tra tutte le alghe la dulse è la più ricca di ferro, è quindi adatta alle persone anemiche, in convalescenza e alle donne in gravidanza.
Contiene anche in abbondanza potassio, magnesio, fosforo. La sua ricchezza in iodio la rende idonea per stimolare la funzionalità della tiroide, è indicata anche per problemi gastrici e intestinali.
Dopo la nori, la dulse, tra tutte le alghe comunemente usate, è quella con il più alto contenuto proteico.

Usare in cottura con zuppe, oppure crude, dopo averle lasciate in ammollo per 10 minuti, in aggiunta ad insalate.

-Hiziki: E’ anche questa è un’alga bruna con foglie quasi cilindriche che sembrano dei pezzi di spago; ha un altissimo contenuto di calcio e in Giappone viene tradizionalmente consigliata per rendere i capelli lucidi ed elastici. Quando vengono messe a bagno le hijiki si espandono ed aumentano molto di volume, quindi è bene utilizzare una piccola quantità di prodotto secco; Tra le alghe che noi utilizziamo sono quelle dal sapore più intenso e a molti non piacciono subito.

Sono le alghe con la più alta concentrazione di calcio, ferro, oligoelementi e vitamine tra cui la B12. Sono adatte ad un consumo saltuario cioè al massimo due volte a settimana. E’ l’ideale nei casi di debolezza sanguigna, anemia o carenza di minerali in genere.

Mettere a bagno mezz’ora e cuocere 20 minuti con acqua e shoyu, da sole o con verdure tagliate sottili.

-Arame: come nelle Kombu e nelle Hiziki, l’equilibrio dei minerali contenuti nelle arame può controbilanciare e ridurre l’alta pressione sanguigna.
Queste alghe sono sempre servite come rimedio naturale popolare per curare i disturbi degli organi riproduttivi femminili e stimolare l’energia sessuale.
Sono particolarmente ricche di iodio e calcio.

Hanno un sapore delicato, e richiedono una cottura molto breve (mettere a bagno 10 minuti e cuocerle per altri 10 minuti con acqua e tamari), per essere usate come contorno, in insalate, ecc.

-Agar-Agar o katen: Agar agar, che i giapponesi chiamano kanten, è una polvere che deriva da un’alga rossa ricca di alginati (sostanze gelatinose) e minerali. I fiocchi, le barre o la polvere di agar agar che si vendono nei negozi di alimenti naturali servono per produrre gelatine di sapore neutro (utilizzabili quindi sia per i piatti dolci che per quelli salati). E’ priva di calorie e può avere un leggero effetto lassativo grazie alla sua qualità di rilassare l’intestino. Per sciogliersi bene, deve essere portata ad ebollizione con l’acqua e bollita 5 minuti, poi mescolata agli altri ingredienti e lasciata raffreddare, la sua particolarità è che addensa mentre si raffredda, per cui osserveremo il risultato finale solo dopo che il nostro piatto si sarà completamente raffreddato.  

Agar-agar o Kanten: alghe per budini e gelatine, si trovano sia sotto forma di barre che di fiocchi o fili. Si sciolgono in pochi minuti di cottura e, raffreddandosi, gelificano.

Ricetta: Mousse di mele e uva al profumo di cannella

 

 

 

Annunci

One thought on “LISTA DELLE ALGHE PIU’ COMUNE COMMESTIBILI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...